Balbuzie Progetto scuola

La scuola come comunità educante ha un ruolo fondamentale nella vita di chi soffre di balbuzie.

La scuola riveste un ruolo fondamentale per chi soffre di questo disturbo. La balbuzie, in se, non impedisce il raggiungimento di obiettivi, è possibile trovare dei balbuzienti che ricoprono ruoli di rilievo nella società. Ma abbiamo riscontrato che quasi la totalità delle persone adulte, con le quali siamo entrati in contatto in questi anni, possono testimoniare situazioni spiacevoli durante il loro percorso di studi, che ha lasciato delle cicatrici indelebili.

La maggior parte dei balbuzienti ritiene di non essere in grado di esprimere il proprio potenziale di conoscenze e quindi di essere sotto stimato in termini di valutazione scolastica. Questo disagio si concretizza in molti casi in abbandoni o interruzione della carriera scolastica.

L’insegnante troppo spesso non è sostenuto da una buona informazione su come affrontare un ragazzo balbuziente, per cui la gestione in ambito scolastico è affidata alla sensibilità e intuizione del singolo insegnante. Il “Progetto scuole” ha come obbiettivo quello di ridurre questo disagio. Vogliamo stare al fianco degli insegnanti in questo loro importante ruolo di educatori. Daremo loro il nostro massimo supporto, come associazione di persone che hanno vissuto prima da balbuzienti e poi da non balbuzienti.

Stiamo raccogliendo le testimonianze di coloro che hanno vissuto la scuola come un disagio sociale.

Stiamo sviluppando la redazione di un pdf con consigli utili agli insegnanti.

Stiamo preparando incontri scuola-associazione per far comprendere agli insegnanti come si vive la balbuzie a scuola.

Stiamo creando uno sportello-scuola, un nostro contatto dedicato agli insegnati per apprendere tutte le informazioni sulla balbuzie.

Raccontaci la tua storia, le tue esperienze

Partecipa alla redazione di questo pdf. Puoi ricevere tutte le informazioni contattandoci a AssociazioneCrescereParlando@gmail.com.

Firma per una pari opportunità scolastica

La balbuzie rientra tra i bisogni educativi speciali?

La nostra Associazione darà vita alla prima raccolta firme in ambito di norme sulla balbuzie.

Come la balbuzie è trattata nel nostro ordinamento giuridico? La balbuzie viene espressamente richiamata solo in ambito sanitario, ma sono tanti i vuoti normativi che creano delle discriminazioni evidenti. Stiamo strutturando i testi normativi su cui effettueremo la nostra raccolta firme.
Gli argomenti che tratteremo sono:

  1. Norma scolastiche più chiare sulla balbuzie: La balbuzie rientra tra i bisogni educativi speciali (BES)?
  2. Norme più chiare su concorsi pubblici. Troppo spesso abbiamo letto di bandi di concorso per forze dell’ordine pubblico, in cui era espressamente negato l’accesso a persone affette da balbuzie. Perché, essendo balbuzienti, è possibile entrare nella polizia municipale di qualsiasi città in Italia e non in quella di Padova?
  3. La balbuzie è invalidante? Che cosa ne consegue? Norme chiare che possano essere di riferimento per tutto il territorio nazionale.

Raccontaci la tua esperienza. Aiutaci a costruire questo progetto, partecipa e ricevi tutti gli aggiornamenti su AssociazioneCrescereParlando@gmail.com.

Progetto “Noi nel Sociale”

La nostra Associazione ha attivato una collaborazione con enti ed associazioni che si occupano di ragazzi con disagi sociali ed economici. L’Associazione in collaborazione con Giuseppe Coppola garantisce la partecipazione gratuita ai corsi e l’assistenza a vita.

Il nostro piccolo contributo per alleviare il dolore finora subito, e dare una pari opportunità a tutti.

Se sei un’associazione e desideri maggiori informazioni contattaci a AssociazioneCrescereParlando@gmail.com.

Newsletter Rimani aggiornato sui nostri corsi